Individui una Camera
In che periodo vuole soggiornare?

Hotel Gambrinus & Strand Cervia

sfogli la nostra galleria fotografica
Raspelli promuove l’Hotel Gambrinus
Il critico gastronomico Edoardo Raspelli ha scelto Cervia come luogo delle sue incursioni culinarie.
Agli onori della cronaca balza però principalmente l'hotel Gambrinus, situato sul lungomare Deledda, dove a sorpresa si è presentato appunto il critico più severo d'Italia. La tattica è quella di comparire sotto falso nome alla reception, per poi frequentare come un turista qualsiasi i locali e soprattutto la cucina della struttura prescelta. Le sue recensioni, a volte davvero velenose, finiscono sulla rubrica tenuta per il quotidiano La stampa oppure nei suoi libri e nella guida ai ristoranti d'Italia dell'Espresso. «Al Grambrinus ho soggiornato due giorni - spiega - ed ho trovato questo 4 stelle superior uno dei migliori alberghi. Potrebbe essere tranquillamente un 5 stelle, ma i titolari non si piccano e non se la tirano. L'hotel ha una succursale collegata, lo Strand, dove pure ho dormito con grande soddisfazione. Tutto è stato rinnovato ed ammodernato grazie ad un investimento che ha dato davvero i suoi frutti. Le camere sono spaziose e pulite, mentre i fiori fanno da contorno all'edificio, con rose ai piani ed orchidee nella hall. E' un tripudio di colori, proprio davanti alla spiaggia dove ho trascorso la mia gioventù. E in quanto ai prezzi, devo dire che sono decisamente convenienti». La famiglia Dallamora gestisce l'hotel dal 1967 e recentemente ne ha aumentato i servizi con un centro be­ nessere. «Avevamo riconosciuto Raspelli -afferma Silvana Dallamora - ma le nostre camere sono queste, non è che le abbiamo potute cambiare per lui. Ci emoziona quindi il suo giudizio, segno che è valsa la pena aver lavorato con tanto impegno in questi anni. Abbiamo anche dovuto ritoccare i prezzi per fare fronte agli investimenti, ma è difficile capire se da ciò dipenda il minor flusso di questo inizio stagione. Visti gli aumenti di piccola entità, crediamo sia proprio la crisi economica ad influire sulle presenze. Il giudizio di un critico così conosciuto, però, ci dà la spinta per andare avanti».

Leggi un altro contributo dell'autore